COMUNE DI PIOMBINO

Protesa sul mare, Piombino è una città ricca di storia e di ambienti naturali salvaguardati.

Il suo centro storico è una tappa obbligata per chi visita la zona, ricco di testimonianze del passato e degli antichi splendori.

E’ piacevole passeggiare nei vicoli antichi e nelle stradine panoramiche che si aprono sul mare, riscoprendo l’evidenza di un passato medioevale e rinascimentale.

I palazzi di interesse storico che si incontrano nel Comune di Piombino:

– la Casa delle Bifore, l’edificio più antico della città, risalente all’epoca medioevale trecentesca e oggi sede dell’Archivio Storico di Piombino;

- il Palazzo Comunale in origine “Palazzo dei Priori”, che ospita al suo interno opere artistiche di pregio e ingloba nella sua struttura la Torre con l’orologio;

– il Palazzo Appiani, dimora del ’400 dell’omonima famiglia Appiani e oggi sede dell’Istituto di Biologia Marina. Questo palazzo si trova all’ingresso dell’imperdibile Piazza Bovio, punto panoramico che si affaccia sul mare e che offre un incantevole scorcio sulle Isole dell’Arcipelago Toscano fino addirittura alle coste della Corsica.

Dalla piazza inizia Viale del Popolo, punto altrettanto panoramico che costeggia il mare e conduce al Castello, antica struttura che ingloba la Fortezza Medicea costruita attorno al Cassero Pisano, antica porta ad est della città. La fortezza, che venne utilizzata come prigione dopo l’Unità d’Italia, è stata restaurata e dal 2001 ospita il Museo del Castello e della Città.

La chiesa più importante del centro storico è sicuramente la Cattedrale di Sant’Antimo, edificata nel 1377, che presenta una facciata in mattoni con portale e lunetta a mosaico che raffigura S. Michele Arcangelo. All’interno si trovano opere di Andrea Guardi, come il bellissimo Fonte Battesimale in marmo del 1470 ed alcuni sepolcri degli Appiani, Signori di Piombino. Sempre di Andrea Guardi si trova, annesso alla chiesa nel Chiostro rinascimentale, il loggiato in marmo della seconda metà del XV sec. Nel complesso della Cattedrale si trova anche il Museo Civico Diocesano che ospita manufatti marmorei e lignei, dipinti, antichi ostensori, calici, reliquiari ed oreficerie.

RICCARDO MARCHIONNI FOTOGRAFO