CHIESA DI SAN VINCENZO FERRERI

 

La Chiesa di San Vincenzo Ferreri è la più antica delle tre chiese di San Vincenzo - le altre due sono la Chiesa di Sant'Alfonso nel paese nuovo e la Chiesa di santa Barbara a San Carlo - e si trova proprio nel centro del paese. 

La sua costruzione fu iniziata nel 1855 in sostituzione del vecchio oratorio che si trovava accanto alla torre, grazie all'interessamento del Granduca di Toscana Leopoldo II, e fu ultimata nel 1861. Dopo essere stata consacrata a San Vincenzo Ferreri, fu finalmente aperta al culto il 24 dicembre 1865. 

Lo stile della nuova chiesa è semplicissimo: un'unica navata con altare centrale per il quale inizialmente fu utilizzato quello di legno del vecchio oratorio. In un secondo tempo l'altare di pietra sostituì il precedente che fu utilizzato per la cappella laterale dedicata a San Vincenzo e ricavata da un'aggiunta posteriore.

Nel 1978 fu affidato al giovane pittore sanvincenzino Giampaolo Talani l'incarico di effettuare una serie di affreschi sul tema del Nuovo Testamento per abbellire le pareti e la volta della chiesa.L'opera che consiste nell'affresco di 12 storie sulla vita di Cristo fu conclusa dal Talani nel 1987.

Gli affreschi sono disposti in ordine cronologico sulle pareti della chiesa ed inclusi equilibratamente nelle architetture interne dell'edificio.


LA TORRE

 

Il 17 agosto 2005, 500° anniversario della storica Battaglia di San Vincenzo che si svolse proprio intorno al monumento, la Torre di San Vincenzo è tornata in possesso pieno della comunità.

Dopo la fine dei lavori di restauro, durati circa tre anni e costati al Comune oltre 1 milione di euro, il monumento sanvincenzino, che si affaccia sul porto, rappresenta la traccia più importante della storia più antica di questa piccola cittadina. Dopo la sua riapertura, oggi la Torre ospita al piano terra la Sala del consiglio comunale e l’Ufficio informazioni turistiche; al primo e in parte anche al secondo piano, invece, sono disponibili spazio per iniziative e riunioni, utilizzati in particolare dalle associazioni o per mostre ed esposizioni ed è visibile una mostra permanente sulla storia della Torre.

È stato pubblicato il libro Torre di San Vincenzo, una ricostruzione storica delle vicende della Torre, affiancato da una pannellatura anch’essa di carattere storico esposta al primo piano della Torre e da un video documentario, proiettato in occasione dell’inaugurazione. 


LA PASSEGGIATA DEL MARINAIO

 

Il Marinaio, maestosa statua di bronzo  situata al termine della passeggiata che conduce all'ingresso del porto turistico di San Vincenzo,  è ormai diventata il simbolo del paese.

Il Marinaio, dell'artista locale Giampaolo Talani è alta ben 7 metri e rappresenta “un uomo che naviga il mare della vita con la barchetta di carta dei sogni e con i piedi immersi nell’acqua salata, accompagnato dal suo cuore innamorato”.


PORTO TURISTICO

 

La Marina di San Vincenzo e' il nuovo porto turistico del comune di San Vincenzo in provincia di Livorno.

I 283 posti barca disponibili, dotati ciascuno di allaccio ad acqua e elettricità, consentono di ormeggiare imbarcazioni fino a 18 metri.